Home » News » Calcolo rata mutuo prima casa tasso fisso e variabile

 

Calcolo rata mutuo prima casa tasso fisso e variabile

Calcolo rata mutuo prima casa tasso fisso o variabile: le condizioni generali

Grazie alle politiche monetarie espansive della BCE, i tassi di interesse sono diminuiti. Ciò ha favorito la ripresa del mercato dei mutui, soprattutto dei prodotti finalizzati all’acquisto della prima casa, che sono tradizionalmente i più richiesti.

Le offerte sono molto diversificate e il tasso di competitività degli istituti di credito è elevato. Ciò porta alla necessità, per l’aspirante debitore, di procedere a un confronto tra i prodotti finanziari ritenuti più convenienti. D’altro canto, ed è questa la notizia positiva, si assiste a un calo ulteriore dei costi.

Ad ogni modo, esistono delle condizioni generali, tipiche della grande maggioranza delle offerte. Per esempio, la copertura. In genere, i mutui sulla prima casa coprono l’80% del valore dell’immobile, ma a fronte di un inasprimento dei tassi di interesse alcuni prodotti raggiungono il 100%.

Comuni sono anche i fattori che determinano l’accensione del mutuo: il reddito del richiedente e del nucleo familiare, il valore dell’immobile, la presenza di eventuali garanzie da parte di terzi etc.

Rata mutuo prima casa: le offerte più convenienti

L’imperativo, per chi è alla ricerca di un finanziamento, è procedere in modo dettagliato a un calcolo rata mutuo prima casa. Solo in questo modo è possibile capire quale prodotto faccia al caso proprio. Ad ogni modo, ecco le tre offerte più vantaggiose. Poniamo come punto di partenza un richiedente di 30 anni, assunto a tempo indeterminato, alla ricerca di un mutuo di 160.000 euro per l’acquisto di un immobile di 200.000 euro:

Tasso fisso

  • Banca CR di Firenze – Mutuo Domus Fisso. La rata è di 661,69 euro con un tasso al 2,81%.
  • WeBank – Mutuo Fisso. La rata è di 691, 26 euro con un tasso al 3,26 %.
  • Che Banca! – Mutuo Fisso. La rata è di 693,70 euro con un tasso al 3,22%.
  • Deutsche Bank – Mutuo Pratico Tasso Fisso. La rata è di 706,99 euro con un tasso al 3,37%.
  • BNL – Mutuo Spensierato. La rata è di 705,14 euro con un tasso al 3,35%.

Tasso variabile

  • WeBank – Mutuo Variabile. La rata è di 564,88 euro. Il tasso è dell’1,66% (Eurobor a 3 mesi più 1,70% di spread).
  • Banca Popolare di Milano – Mutuo Promo Luglio 2015. La rata è di 568,77 euro. Il tasso è dell’1,75% (Eurobor a 3 mesi più 1,75% di spread).
  • Banca CR di Firenze – Mutuo Domus Variabile. La rata è di 571,28 euro. Il tasso è dell’1,75% (Euribor a un mese più 1,85% di spread).
  • IW Bank Private Investments – Mutuo a Tasso Variabile Superlight. La rata è di 579,46 euro, con un tasso variabile finito all’1,85%.

Qual è l’alternativa migliore tra tasso fisso e variabile? Il calcolo rata mutuo prima casa suggerisce il tasso variabile, ma c’è da dire che gli indici hanno toccato il minimo storico, dunque potranno solo salire. Da questo punto di vista, è bene prendere in considerazione il fisso.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Come detrarre gli interessi del mutuo Inpdap? I richiedenti di un mutuo hanno la possibilità di godere di alcune agevolazioni per quanto riguarda gli interessi. Al momento della sottoscrizione bisogna capire quali siano i modi per poter andare a detrarre gli interessi del mutuo Inpdap. Ci sono delle cifre minime che bisogna rispettare al momento della richiesta della detrazione: infatti...
Prestiti Inpdap prontuario: guida all’offerta Prontuario prestiti Inpdap 2016: tutta l'offerta A seconda della tipologia di prestiti Inpdap prontuario che consente di effettuare il calcolo esatto del valore dell’importo netto che può essere concesso tramite il prestito e definire così la rata del piano di ammortamento che dovrà essere rimborsato. È possibile visionare il prontuario per il ...
Prestiti senza garanzie in tempo zero: come ottenerli Prestiti senza garanzie in tempo zero: tutte le informazioni di cui hai bisogno. Richiedere l’accesso al credito anche senza una busta paga e senza garanzie è possibile? La risposta a questa domanda è affermativa e chiama in causa i prestiti senza garanzie a tempo zero. Prestiti senza garanzie: i prestiti cambializzati Quando si parla di prest...
Consolidamento debiti: cos’è e quali le offerte migliori Quando parliamo di consolidamento debiti consideriamo un prodotto finanziario che consente a chi ha finanziamenti attivi in diverse realtà creditizie di accorparli tutti in un’unica rata. Altre informazioni sul consolidamento debiti Il consolidamento debiti è una scelta che comporta diversi vantaggi. Quali sono? In primo luogo è bene ricordare la...
Confronta mutui surroga: come trovare la migliore offerta Confrontare mutui surroga: una regola non scritta Confronta mutui surroga: guida alla scelta. La surroga è una possibilità riservata ai cittadini comuni ma che, indirettamente, ha contribuito a risollevare le sorti di un mercato creditizio che rischiava di venire seriamente compromesso dalla crisi. La surroga è quindi uno strumento di rivalsa per ...