Home » News » Come sospendere il mutuo: la guida per avvalersi della moratoria

 

Come sospendere il mutuo: la guida per avvalersi della moratoria

Il mutuo per l’acquisto della casa o per la ristrutturazione di un immobile è un investimento oneroso, durante il quale può capitare di incontrare delle difficoltà nel pagamento delle rate. Per questo è fondamentale capire come sospendere il mutuo e avvalersi della moratoria.

Come sospendere il mutuo per un anno: tutte le informazioni sulla moratoria

Chi vuole documentarsi su come sospendere il mutuo deve partire dalle peculiarità base della moratoria, già arrivata al suo quinto rinnovo dopo il primo accordo del 2009 tra Abi e alcune associazioni dei consumatori.

A livello concreto, la moratoria sui mutui consente di sospendere il pagamento delle rate per un periodo pari a 12 mesi e per quanto riguarda la sola quota capitale.

Sospensione del mutuo: ecco chi può richiederla

Come sospendere il mutuo? Per rispondere in maniera completa a questa domanda è necessario controllare di essere in possesso dei requisiti per la richiesta della moratoria. Quali sono?

  • Mutuo per acquisto o ristrutturazione inferiore a 150.000€
  • Titolare del contratto di mutuo con un Isee inferiore a 40.000€
  • Mancanza di ritardi superiori ai 90 giorni nel pagamento delle rate
  • Mutuo a tasso fisso o variabile (la moratoria non può essere richiesta per i mutui a tasso variabile con rata costante)
  • Impossibilità di pagare le rate dovuta a malattia del titolare del contratto di mutuo, perdita del lavoro per ragioni non dipendenti dalla sua volontà, cassa integrazione, riduzione dell’orario di lavoro per un tempo superiore a 30 giorni

Come sospendere il mutuo: tutti i passaggi per richiedere la moratoria

Chi ha intenzione di capire come sospendere il mutuo deve avere le idee chiare anche sulle modalità di richiesta della moratoria. Che cosa prevedono? La possibilità di presentare l’istanza direttamente alla banca presso la quale si ha in corso il contratto di mutuo.

Una volta ricevuta la richiesta, l’istituto di credito ha tempo fino a 20 giorni lavorativi per fornire una risposta sia positiva sia negativa sulla fattibilità dell’operazione, chiaramente dopo aver valutato la posizione del singolo mutuatario.

Fino a quando si può richiedere la sospensione del mutuo?

Continuiamo a parlare di come sospendere il mutuo specificando che la moratoria sarà richiedibile fino al 31 dicembre 2017, con i primi effetti sulle rate del 2018. Fondamentale è anche ricordare che non possono accedere al beneficio i titolari dei contratti assicurativi rischio impiego, la cui sottoscrizione risulta facoltativa.

La moratoria del Piano Famiglie – che coinvolge anche i prestiti personali della durata superiore ai 24 mesi e le surroghe – può essere richiesta più volte, a patto che siano trascorsi almeno 24 mesi dall’avvio della procedura iniziale.

Se ci si trova in una condizione di difficoltà economica e non si ha modo di accedere alla moratoria si può optare per la rinegoziazione del mutuo, fattispecie che consente di non cambiare banca e di modificare alcune condizioni di rimborso.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Calcolare mutuo Inpdap 2017: come fare? Il calcolo del mutuo Inpdap 2017 risulta essere un procedimento meno complesso di quanto si possa immaginare. Ecco come procedere e che portale utilizzare se si hanno delle grandi difficoltà nello svolgere tale operazione. I dati necessari per poter effettuare il calcolo Per prima cosa occorre parlare del fatto che questo genere di calcolo, nece...
Mutui Dipendenti Pubblici 2017: i vantaggi di richiederli all’Inps? Ai dipendenti e pensionati del settore pubblico che vogliano comprare, costruire o ristrutturare casa è concessa la possibilità di chiedere all'Inps un mutuo ipotecario edilizio. Mutui dipendenti pubblici 2017: le tipologie Mutuo sulla prima casa Mediante una cifra massima di 300.000 euro è possibile costruire, acquistare o acquisire un al...
Mutui Inpdap regolamento 2015: requisiti e richiesta online Mutui Inpdap regolamento: i beneficiari I mutui Inps ex Inpdap sono finanziamenti ipotecari a condizioni agevolate concessi dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che intendono acquistare la casa di residenza. Istituite dall’Inpdap, queste linee di credito sono passate di competenza all’Inps a gennaio 2012 (in seguito alla soppress...
Mutui agevolati Inpdap: le novità del regolamento 2016 Mutui agevolati per dipendenti Inpdap I mutui agevolati Inpdap rappresentano una grande opportunità offerta dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per tutti i dipendenti pubblici  assunti a tempo indeterminato o anche per i pensionati Inps. Beneficio che consentirebbe di richiedere mutui agevolati Inpdap per l’acquisto della prima casa ma c...
Prestiti Inpdap garanzia: tutti i documenti da presentare Cosa c’è da sapere in merito a prestiti Inpdap garanzia? Ecco quali documenti è necessario presentare al momento dell’istanza e cosa controllare a seconda della tipologia di prestito. Prestiti Inpdap: quale garanzia presentare? Quando si parla di prestiti Indpap garanzia e di prestiti pluriennali in particolare è necessario fare una differenza tr...