Home » News » Domanda mutuo Inpdap: come funziona e ottenere il finanziamento

 

Domanda mutuo Inpdap: come funziona e ottenere il finanziamento

Mutuo Inpdap Inps: cos’è e come richiederlo

Con la soppressione dell’Inpdap definita dal Governo Monti tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati del settore pubblico sono passate di competenza all’Inps, che per amministrarle ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici.

Attraverso questo ufficio l’Inps si occupa di garantire a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione tutti i servizi erogati in precedenza dall’Inpdap. Tra questi ricordiamo i mutui ex Inpdap, finanziamenti a condizioni agevolate concessi per l’acquisto di un immobile non di lusso da adibire a residenza principale dell’iscritto, o per la surroga di un mutuo prima casa.

Caratteristiche dei mutui Inpdap

I mutui ex Inpdap sono riservati ai pensionati iscritti da almeno tre anni alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali e dipendenti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici assunti a tempo indeterminato. L’importo massimo erogabile è di 300 mila euro e può essere rimborsato in 10, 15, 20, 25 o 30 anni.

Ai fini dell’accesso al credito è necessario che l’iscritto e gli altri componenti del suo nucleo familiare non risultino proprietari di nessuna abitazione sita sul territorio nazionale. Fanno tuttavia eccezione alcune particolari ipotesi previste dal Regolamento Mutui Inps.

Per quanto riguarda l’interesse applicato, i mutui ex Inpdap possono essere a tasso fisso o variabile. Nel primo caso è previsto un tasso fisso del 2,95% per tutta la durata del rimborso, mentre ai mutui a tasso variabile si applica un Tan del 3,50% per il primo anno e successivamente un interesse varabile pari al valore dell’Euribor a 6 mesi maggiorato di 90 punti base.

Come presentare la domanda mutuo Inpdap online

Ma come richiedere il finanziamento? La domanda mutuo Inpdap, con allegata da tutta la documentazione richiesta, va inoltrata per via telematica seguendo l’apposita procedura attiva sul portale online dell’Inps. Gli utenti possono accedere al servizio “Mutuo Ipotecario Edilizio – Domanda” dal portale Inps Servizi on line.

Tramite il tasto “Accesso” l’utente può scegliere se compilare una nuova domanda mutuo Inpdap, consultare, modificare o inviare le domande salvate, o consultare le richieste già inviate. Selezionando la voce “Nuova domanda” il sistema richiede all’utente di compilare una scheda con i dati del richiedente e del mutuo.

L’iscritto Gestione Dipendenti Pubblici dovrà quindi inserire: recapito telefonico e e-mail, dati del nucleo familiare, specifiche dell’immobile oggetto di mutuo e le caratteristiche del finanziamento richiesto. Una volta compilati tutti i campi, è possibile accedere al modulo telematico per la richiesta del finanziamento tramite il tasto “Apri Modulo”.

Dopo aver controllato i dati riportati nel modulo precompilato l’utente deve allegare i documenti richiesti e concludere l’operazione di invio. Ricordiamo che per accedere alla procedura di domanda online, il richiedente deve essere in possesso di un codice Pin “dispositivo“. Le richieste possono essere inviate esclusivamente durante le finestre temporali predisposte dall’Inps, ossia dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Mutui dipendenti statali, come acquistare casa a condizioni agevolate L’Inps eroga mutui dipendenti statali destinati all’acquisto della prima casa d’abitazione. Per accedere ai mutui dipendenti statali erogati dall’Inps è necessario che il finanziamento sia finalizzato all’acquisto di un’abitazione non rientrante nella categoria degli immobili di lusso. La cifra massima richiedibile - dalla quale vengono sempr...
Tassi ai minimi: come sono andate le cose nei primi tre mesi dell’anno Per quanto riguarda i tassi ai minimi e la situazione del mercato immobiliare nei primi tre mesi dell’anno è bene fare riferimento a Bussola-Mutui, un’indagine condotta dalla Crif e dal portale mutui supermarket.it. Mutui e tassi: come è andato l’inizio del 2016 L’indagine Bussola-Mutui ha fotografato la situazione dei primi tre mesi del 2016 ana...
Inps mutui Inpdap prima casa a condizioni agevolate Inps mutui Inpdap cosa sono e chi può richiederli Con il Decreto Salva Italia, il Governo Monti ha definito la soppressione dell’Inpdap in favore dell’Inps. La manovra, volta a ridurre le spese e ad uniformare la previdenza italiana, ha portato alla creazione della Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps, ufficio che si occupa delle pratiche relati...
Surroga Mutuo Inpdap 2018: requisiti e modalità di richiesta La surroga mutuo Inpdap 2018 (detta anche surrogazione del mutuo o portabilità) è la possibilità data al cliente dall'Inps di spostare il proprio mutuo ipotecario da una banca all'ente previdenziale, che offre condizioni migliori, senza dover sostenere costi aggiuntivi. La portabilità del mutuo gratuita è stata prevista dal Decreto Bersani con la F...
Fido in banca: ecco come funziona Il fido in banca può essere considerato una valida alternativa per far fronte a momenti di difficoltà economica, durante i quali capita di trovarsi per esempio con il conto in rosso. Perché si richiede un fido in banca? La richiesta del fido in banca è una realtà che è stata interessata da un’importante crescita negli ultimi anni, non solo a caus...