Home » News » Mutui a tasso variabile 2015: quali sono i valori aggiornati? Come ottenerli?

 

Mutui a tasso variabile 2015: quali sono i valori aggiornati? Come ottenerli?

L’accensione di mutui a tasso variabile in questi mesi risulta particolarmente vantaggiosa. Vediamo per quale motivo e cosa offrono in merito i vari istituti di credito.

Mutui tasso variabile oggi: perché sono vantaggiosi?

Per capire il motivo dei vantaggi connessi ai mutui a tasso variabile bisogna guarda alle decisioni del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea. In una riunione del 3 settembre 2015 è stata confermata la volontà di non modificare i tassi d’interesse applicati ai rifinanziamenti (il principale tasso BCE in merito rimane stabile allo 0,05% e anche l’Euribor continua a scendere).

Tale stato di cose – tenendo fermo uno spread non troppo elevato – determina molti vantaggi per chi ha accesso un mutuo a tasso variabile legato agli indici in questione.

Mutui a tasso variabile: le offerte delle banche

Cosa propongono gli istituti di credito per quanto riguarda i mutui a tasso variabile? Diamo un’occhiata alle varie alternative partendo dal pacchetto BancoPosta che, in caso di mutui a tasso variabile o misto su base Euribor 3 mesi 360, prevede uno spread promozionale dell’1,85% fino al 30 novembre 2015.

Con questo mutuo a tasso variabile è possibile coprire fino all’80% del valore dell’immobile, grazie a un finanziamento che può durare dai 10 ai 30 anni.

Mutui tasso variabile: la proposta di ING Direct

In questi mesi ci sono davvero tante alternative per chi vuole risparmiare accendendo mutui a tasso variabile. Un’altra proposta interessante è quella di ING Direct che, fino al 30 ottobre 2015, rende disponibili mutui a tasso variabile con spread dell’1,50% ai clienti che abbinano l’opzione Mutuo Arancio a un Conto Corrente Arancio per l’addebito delle rate mensili (non sono previste spese di perizia o istruttoria).

Mutui a tasso variabile 2015: l’opzione di Bancadinamica

Un’ulteriore opzione per chi vuole accendere mutui a tasso variabile e usufruire dei vantaggi di questi mesi è quella proposta da Bancadinamica. Quali sono le caratteristiche principali dell’offerta?

Alle richieste di accensione di mutui a tasso variabile su base Euribor viene applicato uno spread a partire dall’1,50% (questo per istanze pervenute entro e non oltre il 30 settembre 2015).

Le spese d’istruttoria non sono previste, mentre quelle di perizia sono pari allo 0,25% dell’importo complessivo del finanziamento, fino a un massimo di 500€. Con questo mutuo, riservato ai correntisti Bancadinamica, è possibile finanziare fino all’80% del valore dell’immobile.

L’ultima offerta che descriviamo è quella di Webank, che applica ai mutui a tasso variabile accesi entro il 31 dicembre 2015 un tasso d’interesse pari all’1,50% (Euribor 3 mesi + spread). Questo finanziamento consente di coprire fino al 60% del costo dell’immobile (oltre a tale percentuale il tasso sale all’1,80%).

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare i portali ufficiali dei singoli istituti di credito e farvi rilasciare, dall’ente erogatore ritenuto più conveniente, un preventivo gratuito, basato sulle vostre esigenze e capacità di rimborso.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Surroga mutuo: cambia mutuo a costo zero e risparmiare Surroga mutuo come funziona e di cosa si tratta È il volano del mercato mutui, merito dei vantaggi offerti ai consumatori. La surroga mutuo è uno strumento tanto semplice quanto efficace, in termini di risparmio. Permette infatti il trasferimento, a costo zero, del proprio mutuo presso una nuova banca, con la modifica di tasso e durata del rimbors...
Prestiti personali: vademecum per chi ha intenzione di chiedere un prestito Prestiti personali a protestati I prestiti personali sono una tipologia di finanziamento non finalizzato ovvero non sarà necessario per il richiedente documentare e giustificare  l’investimento del capitale richiesto, somme che potranno essere necessarie anche per spese impreviste o per soddisfare particolari esigenze. Prestito che potrà essere...
Mutui Inpdap 2015 fino a 300mila euro a tassi agevolati Mutui Inpdap 2015: a tasso agevolato per dipendenti e pensionati pubblici La sottoscrizione di un mutuo si traduce in un impegno pluridecennale che ha un impatto diretto sulla qualità di vita. Un investimento che permette di costituire un proprio nucleo familiare ma che può divenire un peso fin troppo gravoso con le inevitabili conseguenze del cas...
Prestiti Inpdap e Inps in convenzione: tutte le proposte I prestiti Inpdap e Inps in convenzione consentono a particolari categorie di lavoratori e pensionati di accedere al credito a condizioni agevolate, qualsiasi sia la finalità del prestito. Prestiti Inpdap e Inps convenzione Prestitalia: ecco cosa sapere Quando si parla di prestiti Inpdap e Inps in convenzione si può ricordare la partnership tra P...
Domanda mutuo Inpdap: come funziona e ottenere il finanziamento Mutuo Inpdap Inps: cos’è e come richiederlo Con la soppressione dell’Inpdap definita dal Governo Monti tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati del settore pubblico sono passate di competenza all’Inps, che per amministrarle ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici. Attraverso questo ufficio l’Inps si occupa di garantire a dipend...