Home » News » Mutui a tasso variabile: piani di ammortamento più vantaggiosi

 

Mutui a tasso variabile: piani di ammortamento più vantaggiosi

I mutui a tasso variabile costituiscono l’alternativa principale per chi vuole acquistare casa con un piano flessibile, in linea con gli andamenti del mercato. Il miglior modo per scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze consiste nel visionarne diversi.

Mutui a tasso variabile 2015: cosa scegliere per la prima casa?

Le alternative per scegliere mutui a tasso variabile sono davvero tante. Qual è la migliore in caso di acquisto della prima casa d’abitazione? Il prodotto di BancaDinamica merita senza dubbio un’analisi.

Come funziona? Per capirlo facciamo un esempio pratico, ipotizzando la richiesta di un mutuo da 135.000€ e la scelta di un piano di ammortamento di 20 anni. In questo caso si avrebbe una rata mensile pari a 534,48€, con TAN e TAEG corrispondenti rispettivamente all’1,41 e all’1,47€.

Il mutuo in questione non prevede spese di perizia ed è contraddistinto da oneri d’istruttoria pari a 338€.

Mutui a tasso variabile conviene: ecco tutte le informazioni

Quando si sceglie un piano per l’acquisto della casa ci si chiede sempre se sia o meno conveniente. Come muoversi in merito a mutui a tasso variabile? Controllando per esempio lo spread, il carico che ciascun istituto di credito applica al tasso.

Quali sono le offerte migliori al proposito? Tra le più convenienti si può citare senza dubbio il Mutuo Domus Variabile di Intesa Sanpaolo che, ipotizzando la richiesta di un finanziamento pari a 100.000€ e un piano di ammortamento di 20 anni, prevedrebbe uno spread dell’1,30% aggiunto a un tasso calcolato sulla base dell’Euribor 1 mese.

Mutui a tasso variabile: altre offerte da non perdere

Il novero delle offerte relative a mutui tasso variabile è davvero molto ampio e in continuo cambiamento e per questo è bene analizzare il maggior numero di piani possibile.

Tra i più vantaggiosi è presente il Mutuo Variabile di BNL. Per dettagliarne le caratteristiche tecniche prendiamo sempre come riferimento la richiesta di 100.000€ e la scelta di un piano di ammortamento di 20 anni.

In questo caso si avrebbe una rata mensile pari a 471,72€, con TAEG dell’1,40% e tasso calcolato sulla base dell’Euribor 1 mese, maggiorato di uno spread dell’1,40%.

Il prodotto in questione prevede spese di perizia e d’istruttoria corrispondenti rispettivamente a 250 e 800€.

Mutui tasso variabile: la proposta di ING Direct

Completiamo questa analisi dedicata ai mutui a tasso variabile osservando la proposta di ING Direct. Si tratta del prodotto Mutuo Arancio che, prendendo come ipotesi la richiesta di un finanziamento da 100.000€, prevedrebbe una rata mensile pari a 468,42€, con tasso calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi e spread dell’1,50%.

Questo mutuo non prevede spese di perizia o oneri d’istruttoria ed è contraddistinto da uno spread maggiorato fino all’1,80% per le prime tre rate.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Prestiti tra amici: come funzionano e quali rischi prevedono I prestiti tra amici possono essere inquadrati nel novero dei prestiti tra privati. A seconda della situazione possono essere o meno cambializzati. Prestiti tra privati: cosa sapere prima di richiederli Informarsi sui prestiti tra amici è importante, in quanto rientrano in un ambito come i prestiti tra privati ch sta conoscendo particolare fortun...
Mutui Inpdap per Militari I mutui Inpdap possono coprire diversi problemi che un militare può avere durante l'arco della vita, e naturalmente per agevolare la categoria sono tutti finanziamenti che hanno un unico obbiettivo, quello di aiutare nelle difficoltà la categoria dei militari. Tassi migliori rispetto a quelli del mercato e le spese quasi azzerate sono le princip...
Mutui Inpdap nuovi tassi 2017: tutte le novità Sono state introdotte già da luglio 2015 le modifiche apportate al nuovo regolamento Inps. Sui mutui Inpdap nuovi tassi 2017, modificati dal Presidente dell’Inps. Nuovi tassi mutui Inpdap I nuovi tassi 2017 del mutuo Inps (ex Inpdap), hanno subito un netto calo rendendo ancora più appetibile per tutti i mutuatari che hanno necessità di accedere a...
Mutui Inpdap per Dipendenti Statali Nel 2012 l'Inpdap, ente che si occupava delle prestazioni creditizie e sociali nei confronti dei dipendenti pubblici e pensionati iscritti al fondo della Pubblica Amministrazione è stato inglobato all'interno dell'INPS e trasformato in un nuovo organo, denominato Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali. Questo avvicendamento non...
Come richiedere mutuo Inpdap: requisiti e procedura Cos’è e come richiedere mutuo Inpdap Con la soppressione dell’Inpdap definita dal Governo Monti, tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono diventate di competenza dell’Inps, che per amministrarle ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici. Attraverso questo ufficio, l’Istituto si occupa di erogare l...