Home » News » Mutui acquisto e ristrutturazione: le migliori offerte

 

Mutui acquisto e ristrutturazione: le migliori offerte

I mutui acquisto e ristrutturazione rappresentano una scelta molto utile per chi vuole apportare delle modifiche all’immobile appena comprato.

Mutuo acquisto e ristrutturazione Unicredit: la linea Valore Italia

Quando si parla di mutui acquisto e ristrutturazione si chiama spesso in causa la linea Valore Italia di Unicredit, con finanziamenti finalizzati sia all’acquisto sia alla messa a punto di lavori di ristrutturazione ordinaria o straordinaria.

Questa tipologia di mutuo, caratterizzata da uno spread compreso tra il 2,50 e il 2,75%, prevede diversi vantaggi a seconda del pacchetto scelto (si passa dalla possibilità di congelare le rate fino a quella di cambiare tipologia di tasso).

Mutui acquisto e ristrutturazione: cosa offre BancoPosta?

Un altro ambito che è bene tenere d’occhio in merito a mutui acquisto e ristrutturazione è il portafoglio prodotti BancoPosta, che prevede, tra le varie opzioni, il prodotto Sostituzione+Ristrutturazione.

Questa tipologia di mutuo, che consente di richiedere un finanziamento massimo per le spese di ristrutturazione pari al 40% del valore dell’immobile, può avere una durata compresa tra i 10 e i 30 anni. Sono previste spese d’istruttoria e oneri di perizia pari a 300€ per ciascuna delle due voci.

Mutuo acquisto e ristrutturazione Barclays: tutte le informazioni

Tra i tanti istituti di credito che propongono opzioni per mutui acquisto e ristrutturazione è presente anche Barclays. Che caratteristiche ha il prodotto in questione? Per capire meglio come funziona prendiamo come esempio il prodotto Mutuo Fisso, che può essere finalizzato anche alle spese di costruzione di un immobile.

Questa tipologia di finanziamento ha una durata compresa tra i 15 e i 30 anni e prevede l’erogazione di un importo minimo di 80.000€ (per il tetto massimo si parla del 75% del valore dell’immobile secondo perizia). Come garanzia è richiesta un’ipoteca di 1° grado sull’immobile.

Mutuo acquisto e ristrutturazione prima casa: l’opzione di Banca Intesa

Anche Banca Intesa viene incontro a chi cerca un’opzione per mutui acquisto e ristrutturazione prima casa.

In che moto? Con il prodotto Mutuo Domus, che può essere sia a tasso fisso, sia a tasso variabile. Vediamo come funziona prendendo come esempio il Mutuo Domus Fisso, un piano di finanziamento che può avere una durata compresa tra i 6 e i 30 anni. Se il richiedente ha un’età inferiore ai 35 anni è possibile estendere questo lasso di tempo fino a 35 o 40 anni.

Qual è il limite massimo richiedibile? In caso di formula acquisto+ristrutturazione è consentito chiedere un finanziamento non superiore all’80% del valore dell’immobile secondo perizia.

Dopo il pagamento regolare di almeno 24 rate mensili è possibile avvalersi dell’opzione di sospensione, congelando il versamento delle rate in caso di difficoltà economica (questo può essere fatto per non più di 6 rate e per massimo 3 volte nel corso dell’intero ciclo di vita del finanziamento).

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Mutui prima casa Poste Italiane: analisi dell’offerta Mutui prima casa Poste Italiane: soluzioni flessibili Ogni richiedente prima di scegliere il mutuo preferisce confrontare le proposte presenti sul mercato finanziario per conoscere la migliore soluzione che si adatta alle proprie esigenze. I mutui prima casa Poste Italiane sono tra i migliori finanziamenti utili all’acquisto della prima abitazione...
Mutui prima casa: i migliori finanziamenti per under 35 Mutui prima casa giovani: cosa offre il mercato La stretta al credito è ormai un ricordo. Il mercato dei mutui è in netta ripresa, soprattutto quello relativo all’acquisto prima casa. Un certo spazio, finalmente, è stato conquistato anche dagli under 35, che in passato sono stati spesso messi da parte. L’espansione del mercato ha ovviamente intens...
Mutui Inpdap 2017: quando possono essere richiesti? Come è noto, l'Inpdap è stato soppresso nel 2011, quando il governo Monti ha deciso di dare vita a una riorganizzazione del sistema previdenziale in modo da razionalizzarlo e risparmiare. L'ente è stato quindi inglobato nel cosiddetto Super Inps, la struttura in cui è confluito anche l'Enpals. Per effetto di queste decisioni, concretizzate dal d...
Mutui Inpdap Inps 2016: quali sono le principali novità Mutui Inps ex Inpdap, come funziona Sei alla ricerca di un finanziamento a tasso agevolato ma non sai quale scegliere? Gli iscritti della Gestione Dipendenti Pubblici possono ottenere fino a 300mila euro a condizioni competitive. Scopriamo quindi come funzionano i mutui Inpdap Inps 2016, passando in rassegna tutte le ultime novità. Cominciamo c...
Mutui quale banca conviene: la guida per risparmiare Mutui quale banca conviene? La risposta a questa domanda cambia a seconda delle esigenze specifiche del mutuatario. Nonostante ciò è possibile, analizzando diverse proposte, trovare piani particolarmente convenienti. Quale banca scegliere per un mutuo? Documentarsi relativamente a mutui quale banca conviene significa partire dall’analisi di alcun...