Home » News » Mutui agevolati Inpdap: le novità del regolamento 2016

 

Mutui agevolati Inpdap: le novità del regolamento 2016

Mutui agevolati per dipendenti Inpdap

I mutui agevolati Inpdap rappresentano una grande opportunità offerta dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per tutti i dipendenti pubblici  assunti a tempo indeterminato o anche per i pensionati Inps. Beneficio che consentirebbe di richiedere mutui agevolati Inpdap per l’acquisto della prima casa ma che segue un inter specifico per la ricerca di requisiti indispensabili per l’accesso al beneficio.

Regolamento per l’erogazione di mutui agevolati prima casa Inpdap

Il regolamento per l’erogazione di mutui ipotecari  a tutti i dipendenti Inpdap e pensionati Inps prevede che si possano soddisfare requisiti prestabiliti. I mutui agevolati Inpdap possono essere concessi per un importo massimo erogabile:

  • Un importo pari a 300.000,00 per acquisto, assegnazione da società cooperativa o costruzione di un abitazione non considerata un bene di lusso, ma anche ampliamento o completamento di un terreno, alloggio che sarà residenza dell’iscritto alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie.
  • Una somma pari al 40% del valore dell’immobile per tutti i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’edificio, ma anche trasformazione ristrutturazione dell’immobile di cui dovrà essere proprietario lo stesso iscritto.
  • Un importo pari a 75.000,00 per acquisto o costruzione di un box auto da utilizzare nella stessa proprietà, box auto che potrà essere distante non più di cinquecento metri dallo stesso alloggio.

L’iscritto avrà inoltre l’opportunità di richiedere con lo stesso tasso di interesse applicato un importo che non potrà superare i 6.000,00 per le spese sostenute per la copertura assicurativa. Tale cifra potrà essere richiesta solo se l’importo totale non superi il limite massimo posto dal regolamento per l’assegnazione di mutui agevolati Inpdap.

Mutui agevolati dipendenti Inpdap chi può beneficiarne?

I mutui agevolati Inpdap rappresentano una vantaggiosa opportunità per l’acquisto della prima casa, possono beneficiare dei mutui agevolati tutti gli iscritti in attività di servizio con contratto a tempo indeterminato o i pensionati iscritti che hanno maturato almeno un anno di anzianità.

I pensionati Inps possono beneficiare dei mutui agevolati Inpdap anche se hanno svolto alcuni periodi di servizio a tempo determinato. Inoltre possono beneficiare dell’agevolazione gli iscritti in attività di servizio che al momento della presentazione del modulo di domanda siano titolari di un contratto di lavoro a tempo  indeterminato.

L’iscritto o i componenti del nucleo familiare non potranno essere proprietari di alcuna abitazione sul territorio nazionale, salve particolari ipotesi previste dal regolamento, come quote di proprietà o immobile assegnato al coniuge separato.

Mutui agevolati per dipendenti Inpdap: modalità di consegna del modulo

La presentazione della documentazione richiesta per l’assegnazione di mutui agevolati Inpdap può essere consegnata corredata in ogni sua parte in tre differenti periodi dell’anno, potrà infatti essere inviata da 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno in corso.  Il modulo può essere inviato esclusivamente per via telematica come previsto dalla Determinazione presidenziale n. 95/2012, tutti i moduli consegnati incompleti o errati potranno essere rigettati.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Inps ex Inpdap mutui ipotecari Il mutuo ipotecario ex Inpdap è una linea di credito rivolta a lavoratori e pensionati pubblici che intendono acquistare l’immobile da adibire a prima casa. Questa tipologia di Inps ex Inpdap mutui consente di richiedere un finanziamento sino a 300mila euro, mentre il periodo di rimborso varia dai 10 ai 30 anni. Inpdap mutui: ecco i requisiti prin...
Mutui prima casa inpdap, prima casa a tassi agevolati Mutui prima casa Inpdap: a chi si rivolgono L’acquisto della prima casa si realizza, nella maggior parte dei casi, con la stipula di un mutuo ipotecario, impegno pluridecennale dall’impatto determinante sulla qualità di vita del beneficiario. La scelta una rata sostenibile è quindi essenziale, ma quali sono i prodotti più convenienti? Nell’ambito ...
Tassi ai minimi: come sono andate le cose nei primi tre mesi dell’anno Per quanto riguarda i tassi ai minimi e la situazione del mercato immobiliare nei primi tre mesi dell’anno è bene fare riferimento a Bussola-Mutui, un’indagine condotta dalla Crif e dal portale mutui supermarket.it. Mutui e tassi: come è andato l’inizio del 2016 L’indagine Bussola-Mutui ha fotografato la situazione dei primi tre mesi del 2016 ana...
Prestiti studenti universitari: le migliori alternative di accesso al credito I prestiti studenti universitari sono formule di accesso al credito che possono rivelarsi utili in diversi casi e che permettono di gestire in maniera flessibile la cifra ricevuta. Prestiti d’onore per universitari: le opzioni migliori Tra i prestiti studenti universitari è possibile ricordare i prestiti d’onore. Uno dei più famosi è senza dubbio...
Calcolo rata mutuo prima casa tasso fisso e variabile Calcolo rata mutuo prima casa tasso fisso o variabile: le condizioni generali Grazie alle politiche monetarie espansive della BCE, i tassi di interesse sono diminuiti. Ciò ha favorito la ripresa del mercato dei mutui, soprattutto dei prodotti finalizzati all’acquisto della prima casa, che sono tradizionalmente i più richiesti. Le offerte sono m...