Home » News » Mutui Inpdap 2019 per acquisto prima casa

 

Mutui Inpdap 2019 per acquisto prima casa

Mutui Inpdap per dipendenti pubblici

Il mutuo prima casa Inpdap 2019 è uno dei finanziamenti agevolati destinati a dipendenti della pubblica amministrazione o pensionati Inps.

Finanziamenti agevolati che vengono destinati a chi lavora nel settore pubblico in quanto gode di maggiori garanzie, visto che non è previsto un possibile fallimento negli anni.

I mutui Inpdap 2019 sono dei prodotti finanziari agevolati che permettono di godere di vantaggiosi tassi di interesse. Finanziamenti che potranno essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto di un immobile non di lusso da adibire a prima casa o per la surroga di mutui ipotecari già contratti con altri istituti di credito o banche.

I mutui destinati agli iscritti alla Gestione dipendenti pubblici potranno essere erogati direttamente dall’ente previdenziale o da banche e istituti di credito convenzionate con l’ente.  Accendere un mutuo tramite una delle banche convenzionate consente di ottenere maggiori agevolazioni economiche rispetto ai tradizionali finanziamenti.

Lista delle banche convenzionate con l’ente facilmente consultabile dal sito www. inps.it nella sezione dedicata.

Mutui Inpdap regolamento 2019

Secondo le disposizioni previste nel regolamento Inpdap 2019 la concessione dei mutui Inpdap oltre ai mutui ipotecari per acquisto prima casa possono essere richiesti anche per la concessione di finanziamenti per tutte le costruzioni di opere di pubblica utilità.

Richieste sia da comuni che province per tutti gli interventi di costruzioni di case popolari, o agli enti di diritto pubblico e società concessionarie di lavori pubblici.

I mutui Inpdap 2019 possono essere richiesti da tutti gli iscritti che al momento della presentazione della domanda siano in attività di servizio con un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Nonché a tutti i pensionati che abbiano maturato un anno di anzianità di iscrizione alla gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Chiunque sia in possesso dei requisiti validi ad ottenere i mutui Inpdap 2019 potranno presentare domanda di partecipazione corredata della documentazione richiesta, dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre.

Tutte le domande dovranno essere inviate all’ente in via telematica, inoltre le domande con documentazione incompleta potranno essere rigettate.

Secondo il regolamento l’erogazione dei mutui Inpdap 2016 potrà avvenire solamente se l’iscritto e il suo nucleo familiare non risulti proprietario di ulteriori abitazioni in tutto il territorio italiano. Salvo alcune eccezioni previste dal regolamento, come nel caso di quote di proprietà o per immobile assegnato a coniuge separato.

Mutui Inpdap nuovi tassi

I mutui Inpdap 2016 rappresentano una reale agevolazione economica per chi ha necessità di ottenere liquidità utile per l’acquisto di un immobile da adibire a prima casa. Finanziamenti particolarmente vantaggiosi proprio per i tassi di interesse applicati.

È  previsto un tasso fisso pari al 2,95% mentre il tasso variabile applicato sarà pari all’Euribor a 6 mesi calcolato su 360 giorni e maggiorato di 200 punti base. Tasso di interesse che su richiesta del mutuatario potrà passare da fisso a variabile o viceversa ma per una sola volta e trascorsi almeno due anni dal perfezionamento del contratto di mutuo.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Mutuo liquidità, analisi dell’offerta: vantaggi e svantaggi Mutuo liquidità cos’è e come funziona Le esigenze di liquidità possono portare a stipulare prestiti personali poco vantaggiosi e in grado di pesare seriamente dal punto di vista economico. Un’alternativa è rappresentata dal mutuo liquidità, una forma di prestito sui generis, che costituisce un po’ un ibrido, ma che con i dovuti accorgimenti può co...
Mutuo Inpdap: tassi e regolamento 2017 I mutui Inpdap hanno la peculiarità di permettere un accesso a tassi inferiori e più convenienti rispetto a quelli applicati da banche e società finanziarie. Vediamo le caratteristiche e i tassi 2017 previsti. Il mutuo Inpdap 2017: di cosa si tratta Questo contratto di mutuo é, come quelli presenti sul mercato tradizionale, finalizzato esclusi...
Prestiti con Contratto a Tempo Determinato: quali sono le soluzioni disponibili? Una delle principali forme di garanzie che le banche richiedono per erogare un finanziamento è il reddito. Tuttavia non tutti i clienti dispongono di una solida posizione lavorativa. Di conseguenza è possibile ottenere dei prestiti con contratto a tempo determinato?  Prestiti con Contratto a Tempo Determinato 2017 I prestiti senza contratto a tem...
Mutui Inpdap 2017: regolamento e guida utile Con il termine mutui Inpdap 2017 si fa riferimento ai mutui a tasso agevolato erogati dall'INPS che i dipendenti pubblici o statali e i pensionati del settore pubblico possono richiedere per l'acquisto, la ristrutturazione o l'ampliamento della prima casa. Come le soluzioni offerte dalle banche è possibile scegliere tra tasso fisso (2,95%) o var...
Mutui Inpdap 2016: tasso agevolato fino a 300mila euro Mutui Inpdap e Inps: cosa cambia È stato pubblicato il regolamento mutui Inpdap 2016. Benché il termine “mutui Inpdap” sia ancora molto utilizzato, va ricordato che l’ente previdenziale per i dipendenti pubblici è confluito nell’Inps tre anni fa. Ad ogni modo, le novità rispetto all’anno scorso sono molte e, per fortuna, tutte positive: si regi...