Home » News » Mutui Inpdap per figli dipendenti statali: come funzionano?

 

Mutui Inpdap per figli dipendenti statali: come funzionano?

I mutui Inpdap, l’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica, è un un mutuo ipotecario a tasso agevolato riservato all’acquisto di un immobile, nella fattispecie della prima casa. Tale opportunità è gestita dall’INPS, che ha rilevato le funzioni precedentemente assegnate all’Inpdap dal 1° gennaio 2012.

Tuttavia chi può richiedere e beneficiare di tali soluzioni di credito al consumo che, si ricorda, prevedono tassi e condizioni particolarmente agevolate? Sono disponibili e come funzionano i mutui Inpdap per figli dipendenti statali?

Mutui Inpdap per figli dipendenti statali: i requisiti necessari

Il finanziamento previsto è rivolto ai giovani che rispondano ad alcuni semplici requisiti, quali:

  • avere la maggiore età;
  • godere di un reddito dimostrabile derivato da un’attività lavorativa costante o da un’attività che non sia in condizioni di stasi;
  • essere figli di dipendenti statali o pensionati Inpdap, poiché il genitore, in quanto iscritto ad un istituto di previdenza sociale, fungerà da soggetto garante per il prestito.

Il mutuo Inpdap è sottoscrivibile a nome del figlio sia a tasso fisso sia a tasso variabile. L’importo massimo erogabile corrisponde a 300.000 euro e la durata del periodo di rimborso varia dai 10 ai 30 anni.

Come richiedere i Mutui Inpdap per figli dipendenti statali?

Per richiedere questo genere di finanziamento è necessario scaricare e compilare la documentazione necessaria dalla piattaforma www.inps.it. Inoltre bisogna presentare la seguente documentazione in formato digitale mediante scansione:

  • un documento d’identità valido del figlio richiedente e del genitore, necessario al riconoscimento;
  • la busta paga o il cedolino del genitore che provi che egli o ella è un dipendente della pubblica amministrazione;
  • la busta paga o un modello unico che testimoni il reddito del figlio;
  • un documento riguardante l’immobile che deve essere acquistato, è necessario per stabilire il valore dell’abitazione e, di conseguenza, la cifra da rilasciare.

Mutui Inpdap per figli dipendenti statali: le caratteristiche dell’immobile

Si consiglia di organizzare un sopralluogo dell’abitazione da parte della banca o di un geometra, in modo da valutare l’immobile idoneamente e da verificare i parametri che devono essere rispettati per l’erogazione del finanziamento.

Tali parametri prevedono infatti che che l’abitazione sia necessariamente la prima casa, dove l’iscritto abbia già trasferito o abbia intenzione di trasferire la propria residenza. Inoltre, salvo alcune particolari eccezioni, il sottoscrivente non può essere possessore di un’altra casa sul territorio italiano.

Infine, l’immobile deve avere la sua locazione sul territorio italiano, non deve essere un bene di lusso e non deve essere gravato da alcuna garanzia reale. In aggiunta, è obbligatoria una polizza assicurativa contro fulmini, incendi e scoppi.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Mutui Inpdap regolamento 2015: requisiti e richiesta online Mutui Inpdap regolamento: i beneficiari I mutui Inps ex Inpdap sono finanziamenti ipotecari a condizioni agevolate concessi dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che intendono acquistare la casa di residenza. Istituite dall’Inpdap, queste linee di credito sono passate di competenza all’Inps a gennaio 2012 (in seguito alla soppress...
Mutui agevolati Inpdap: le novità del regolamento 2016 Mutui agevolati per dipendenti Inpdap I mutui agevolati Inpdap rappresentano una grande opportunità offerta dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per tutti i dipendenti pubblici  assunti a tempo indeterminato o anche per i pensionati Inps. Beneficio che consentirebbe di richiedere mutui agevolati Inpdap per l’acquisto della prima casa ma c...
Estinzione Anticipata Mutuo Inpdap: quando e come richiederla? Quando si stipula un contratto di mutuo Inpdap, il richiedente sottoscrive anche una sezione relativa all' estinzione anticipata del mutuo, che prevede la possibilità di liquidare il proprio debito prima della scadenza dei termini prefissati. É utile chiarire che l'Inpdap è stato accorpato nell'Inps ed è stata istituita la Gestione Dipendenti Pu...
Prestiti Inps per pensionati: come funzionano nel 2017? I pensionati per ottenere un prestito, possono ricorrere alla cessione del quinto ma anche a finanziamenti presso banche ed altri istituti di credito. Vediamo come può essere ottenuta la cessione del quinto. Cessione del quinto pensionati: cos'è? Quando si parla di prestiti Inps per i pensionati nel linguaggio quotidiano si è soliti dire "Cess...
Mutui Inps ex Inpdap 2015: 300 mila euro a tasso agevolato Mutuo ipotecario Inps ex Inpdap: cos’è e chi può richiederlo Il Decreto Salva Italia varato dal Governo Monti ha definito la soppressione dell’Inpdap in favore dell’Inps. Da gennaio 2012, infatti, tutte le pratiche degli iscritti ex Inpdap sono di competenza dell’Inps, che ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici. Tale ufficio, si occupa di ga...