Home » News » Mutui per dipendenti statali 2016: l’offerta Inps ex Inpdap

 

Mutui per dipendenti statali 2016: l’offerta Inps ex Inpdap

Mutui per dipendenti statali 2016: come funzionano

Quali sono i migliori mutui per dipendenti statali? Gli italiani sono in larga parte proprietari di abitazioni e sanno bene quanto sia gravoso l’impegno di un mutuo casa. La scelta del prodotto più conveniente passa infatti dalla valutazione di numerose variabili, che dovrebbero contribuire a una rata sostenibile nel lungo periodo.

Un processo di selezione tutt’altro che scontato. Nell’ambito di questa articolata offerta abbiamo scelto di esaminare le migliori proposte dedicate ai dipendenti statali.

I dipendenti statali presentano una caratteristica essenziale per l’accesso al credito: la garanzia di uno stipendio frutto, nella maggior parte dei casi, di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Una delle offerte più competitive dedicata a questa platea di potenziali beneficiari è costituita dai mutui ex Inpdap Inps.

Mutui per dipendenti statali Inpdap: gli importi

Si tratta di un finanziamento rivolto a dipendenti e pensionati pubblici afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Gli importi variano a seconda della finalità richiesta:

  • nel caso di acquisto o costruzione della prima casa (che non può risultare abitazione di lusso), il beneficiario può ottenere fino a 300mila euro;
  • per interventi di manutenzione o ristrutturazione, la richiesta di finanziamento può corrispondere fino a un massimo del 40% del valore dell’abitazione (nel rispetto del limite di 150mila euro). L’abitazione in oggetto deve essere prima casa;
  • per l’acquisto di box o posto auto (pertinenza dell’abitazione principale), l’Inps accorda fino a 75mila euro.

I beneficiari devono essere iscritti alla Gestione unitaria da almeno un anno. Non solo. Nell’eventualità di dipendenti in servizio, è previsto il possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

La richiesta di mutui per dipendenti statali ex Inpdap Inps si realizza online utilizzando i servizi del portale Inps (inps.it). L’invio deve realizzarsi all’interno dei primi dieci giorni di gennaio, maggio o settembre.

Mutui Inps per dipendenti statali: i tassi di interesse

E per quanto riguarda i tassi di interesse? L’utente ha a disposizione due soluzioni. Da una parte abbiamo il tasso fisso, corrispondente al 2,95%, dall’altro il tasso variabile. In questo secondo caso è applicato l’Euribor a 6 mesi, computato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti.

Il beneficiario ha inoltre la facoltà di cambiare tipologia di tasso (da variabile a fisso e viceversa). Si tratta di una singola opportunità a cui può fare riferimento l’utente, una volta trascorsi almeno due anni di rimborso.

Il processo di rimborso varia da 10 a 30 anni, durata massima che si riduce a 15 anni nell’eventualità di richiedente over 65. Il pagamento delle rate si realizza grazie a MAV precompilati forniti dall’Inps (possono essere anche scaricati sfruttando l’Area riservata del portale Inps).

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Come richiedere mutuo Inpdap: requisiti e procedura Cos’è e come richiedere mutuo Inpdap Con la soppressione dell’Inpdap definita dal Governo Monti, tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono diventate di competenza dell’Inps, che per amministrarle ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici. Attraverso questo ufficio, l’Istituto si occupa di erogare l...
Prestiti Inpdap tassi 2016: le novità Prestiti Inpdap tasso agevolato La crisi economica degli ultimi anni ha reso sempre più difficile l’accesso al credito per molti degli italiani che versano in una condizione lavorativa precaria, ecco perché sono numerosi i dipendenti della pubblica amministrazione che richiedono prestiti Inpdap tassi di interesse realmente convenienti rispetto ai ...
Inps Piccolo prestito: cos’è e come richiederlo Inps piccolo prestiti dipendenti pubblici e pensionati Inps Tra i prestiti personali concessi da Inps piccolo prestito può essere richiesto da tutti i dipendenti della pubblica amministrazione o pensionati Inps e permette di ottenere con più facilità piccole somme di denaro con vantaggiose agevolazioni economiche. Sicuramente la grave crisi eco...
Mutui a tasso variabile: piani di ammortamento più vantaggiosi I mutui a tasso variabile costituiscono l’alternativa principale per chi vuole acquistare casa con un piano flessibile, in linea con gli andamenti del mercato. Il miglior modo per scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze consiste nel visionarne diversi. Mutui a tasso variabile 2015: cosa scegliere per la prima casa? Le alternative p...
Finanziamento infruttifero: di cosa si tratta e cosa prevede Orientarsi nell’ambito delle formule di finanziamento è fondamentale. Per questo motivo diamo qualche informazione sulle caratteristiche del finanziamento infruttifero, una formula di accesso al credito molto diversa dai prestiti personali. Come funziona il prestito infruttifero? Come funziona il finanziamento infruttifero? Per capirlo è necessar...