Home » News » Mutui prima casa Poste Italiane: analisi dell’offerta

 

Mutui prima casa Poste Italiane: analisi dell’offerta

Mutui prima casa Poste Italiane: soluzioni flessibili

Ogni richiedente prima di scegliere il mutuo preferisce confrontare le proposte presenti sul mercato finanziario per conoscere la migliore soluzione che si adatta alle proprie esigenze. I mutui prima casa Poste Italiane sono tra i migliori finanziamenti utili all’acquisto della prima abitazione, in quanto consentono al cliente di scegliere tra le varie modalità di tasso di interesse applicato al proprio mutuo ipotecario.

Nell’ambito dei mutui prima casa Poste Italiane, Bancoposta rappresenta una valida soluzione per acquisto della prima casa ma anche per finanziare una seconda abitazione.

Caratteristica che rende particolarmente flessibile questa tipologia di mutuo è proprio la possibilità di scegliere tra le differenti soluzioni di tasso di interesse in modo da rendere quanto più personalizzabile il proprio mutuo.

Mutuo prima casa Poste Italiane calcola rata

Con Bancoposta è possibile scegliere per il mutuatario fino a quattro tipologie di tassi di interesse da applicare al proprio piano di ammortamento. Ogni soluzione rappresenta le caratteristiche e lo stile di pagamento del cliente, ideale per cercare di facilitare il rimborso del capitale finanziato.

Il mutuo a tasso fisso Bancoposta prevede un piano di ammortamento che potrà essere rimborsato in 10 anni fino ad un massimo di 30 anni, mentre il valore del tasso di interesse fisso strettamente collegato al parametro IRS, potrà variare da un minimo di 1,85% fino ad un massimo di 3,85% a seconda della durata del finanziamento.

Mutui Poste Italiane 2016: periodo di rimborso

Mentre il mutuo a tasso variabile Bancoposta potrà avere una durata del rimborso da un minimo di 10 anni fino ad un massimo di 30 anni. Con un tasso di interesse variabile strettamente connesso al parametro Euribor a 3 mesi maggiorato di 360 giorni e con un tasso che dipenderà necessariamente dall’andamento dei mercati finanziari.

Restano invariate le caratteristiche relative alla durata del finanziamento anche per il mutuo Bancoposta con un tasso di interesse variabile BCE, finanziamento che presenta però una rata che varia a seconda del tasso della Banca Centrale Europea.

Poste Italiane mutui prima casa giovani

Mutui prima casa Poste Italiane: modifica del tasso. Il mutuo Bancoposta a tasso misto consente al mutuatario di rivedere il proprio tasso di interesse ogni 2,5 o 10 anni per gestire in maniera flessibile il proprio finanziamento. Mutuo che consente al cliente di partire sia con un tasso fisso che con un tasso variabile ma anche di cambiarlo a seconda della scadenza scelta ovvero 2,5 o 10 anni.

Alla scadenza dei periodi indicati sarà possibile per il mutuatario rivedere il tasso alle condizioni di mercato in vigore in quel determinato periodo per riuscire a scegliere la soluzione più conveniente.

Ogni soluzione di mutuo prima casa Poste italiane proposta consente di richiedere un importo pari all’80% del valore dell’immobile, per un rimborso che dura in entrambe le soluzioni da un minimo di 10 anni fino ad un massimo di 30 anni.

Inoltre compresa nel costo del mutuo prima casa Poste Italiane anche una copertura assicurativa incendio, non risulta previsto invece alcun costo per la spesa relativa all’eventuale estinzione del debito anticipata.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Rinegoziare mutuo Inpdap: guida 2017 su come farlo Come è possibile rinegoziare un mutuo Inpdap? Per rispondere, vediamo assieme di cosa si tratta e come fare. In cosa consiste la rinegoziazione? Stiamo parlando della possibilità offerta a chi sottoscrive un contratto di mutuo, di poter rivedere e modificare le condizioni contrattuali stabilite con la banca o con l'ente che ha concesso il mutuo. ...
Finanziamenti auto usate: panoramica delle migliori offerte Finanziamenti acquisto auto usate: le due alternative Anche acquistare un’auto usata può comportare una spesa non indifferente, a limite del sostenibile se non si possiede la sufficiente liquidità. Per questo motivo molti si rivolgono al mercato del credito. Le banche hanno dimostrato di saper intercettare questo bisogno, come si evince dalla quan...
Mutui al 100: acquistare casa senza liquidità Mutui al 100 per cento banche I mutui al 100 % sono delle particolari tipologie di finanziamento con importi che riescono a coprire fino al 100% del prezzo di acquisto dell’immobile. Finanziamento che consentirebbe al mutuatario di acquistare il bene immobile senza dover investire alcun risparmio. Unici costi che i richiedenti di mutui al 100% ...
Inpdap mutui ipotecari prima casa a tasso agevolato Inpdap mutui ipotecari 2015: chi può ottenerli I mutui ipotecari Inpdap sono finanziamenti a tasso agevolato concessi dall’ente previdenziale Inps (ex Inpdap) per l’acquisto di un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale o per la surroga di un mutuo prima casa già in corso. Una prestazione che dopo la soppressione dell’ente, ossia da ...
Mutuo a rata costante: le proposte più interessanti Mutuo a rata costante: cos’è Mutuo a rata costante: cos’è e perché sceglierlo? L’acquisto dell’abitazione prevede di solito la stipula di un mutuo e quindi l’avvio di un impegno determinante per il ménage familiare. Trovare la rata adatta alle proprie capacità di reddito è fondamentale. Mutuo a tasso fisso o variabile? Un primo passaggio da co...