Home » News » Mutuo Inpdap prima casa calcolo rata

 

Mutuo Inpdap prima casa calcolo rata

Mutuo Inpdap prima casa 2015: chi sono i beneficiari

L’acquisto della prima casa è la finalità più richiesta nell’ambito del mercato mutui. La ragione è evidente: un’abitazione assicura indipendenza e l’opportunità di costituire una famiglia. Se il richiedente è dipendente o pensionato pubblico, l’accesso al credito è agevolato. Stiamo parlando del mutuo Inpdap prima casa.

Si tratta di una linea di credito fornita dalla Gestione Dipendenti Pubblici Inps (questa cura i servizi ex Inpdap, ente previdenziale soppresso) che permette di conseguire fino a 300mila euro, da restituire in un periodo minimo di 10 anni, ma che può estendersi a 30. A richiedere il prodotto finanziario sono dipendenti e pensionati pubblici iscritti, da almeno tre anni, alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Il beneficiario, se dipendente, deve poter contare su un contratto a tempo indeterminato.

Inpdap mutuo prima casa regolamento: domanda di finanziamento

La domanda di finanziamento va inviata via Web, sfruttando i servizi online del sito ufficiale Inps (inps.it), in certi periodi dell’anno: i primi dieci giorni di gennaio, maggio o settembre. Perché l’utente possa portare a termine la procedura online, deve aver richiesto e ottenuto il Pin, ovvero un codice segreto di identificazione fornito dall’Inps.

La domanda di mutuo va curata in ogni dettaglio, solo quelle complete e corrispondenti ai requisiti contemplati dal regolamento saranno accordate. Se il budget stabilito dalla Direzione Regionale competente non è sufficiente a rispondere a tutte le richieste, sarà l’Ufficio Provinciale e Territoriale a stabilire una graduatoria. Questa è stilata secondo due criteri: la costituzione del nucleo familiare e il relativo reddito.

Sempre in merito al nucleo familiare rileviamo un ulteriore requisito: nessuno dei suoi membri (incluso l’iscritto) può essere proprietario di altra abitazione nel nostro Paese. Dobbiamo comunque rilevare eccezioni a questa norma generale, che interessano tuttavia un ridotto numero di circostanze, come, ad esempio, immobile assegnato al coniuge separato.

Mutuo Inpdap prima casa tassi aggiornati

Se si osservano i tassi di interesse, invece, vi sono due opportunità:

  • il mutuo Inpdap prima casa a tasso fisso prevede l’applicazione del 2,95%;
  • stipulando un mutuo a tasso variabile abbiamo invece il 3,50% durante il primo anno, che si trasforma in un tasso variabile corrispondente all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 90 punti.

Le rate sono pagate utilizzando Mav precompilati forniti all’utente da parte dell’Inps. Il beneficiario del finanziamento, utilizzando il Pin e i servizi online di inps.it, può scaricare e stampare autonomamente i Mav.

Surroga mutuo Inpdap

Vi ricordiamo infine che il mutuo Inpdap prima casa permette anche la surroga. Destinata a quanti hanno già stipulato un mutuo prima casa, quest’opportunità prevede il trasferimento, a costo zero, del proprio finanziamento con modifica di tasso e durata. Il mutuatario può così disporre di una rata più contenuta, usufruendo degli andamenti positivi del mercato mutui.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Prestiti personali autonomi: ecco come ottenerli Prestiti personali per autonomi: cosa sono e come funzionano Da sempre i lavoratori autonomi incontrano molte più difficoltà dei dipendenti per l’accesso al credito. Questo perché non avendo una busta paga non possono offrire in garanzia alla banca un reddito fisso dimostrabile. Vediamo quindi come ottenere prestiti personali autonomi. Sono mol...
Surroga mutuo Inpdap: tutte le informazioni tecniche La surroga mutuo Inpdap è un’operazione che consente al mutuatario titolare di un contratto di mutuo Inps ex Inpdap di cambiare realtà creditrice, rinegoziando le condizioni. La surroga del mutuo è possibile grazie al decreto Bersani - le disposizione in merito sono specificate nel comma 3 dell’articolo 8 - che ha esteso questa tipoogia di contr...
Prestiti under 35: i prodotti più vantaggiosi I prestiti under 35 sono prestazioni economiche che consentono a specifiche categorie di beneficiari l’accesso al credito per avviare nuovi progetti imprenditoriali. Nuove Imprese a Tasso Zero: ecco come funziona I prestiti under 35 vedono in Nuove Imprese a Tasso Zero una delle principali alternative di accesso al credito. Questo bando, che è ap...
Mutui Inpdap 2017: quando possono essere richiesti? Come è noto, l'Inpdap è stato soppresso nel 2011, quando il governo Monti ha deciso di dare vita a una riorganizzazione del sistema previdenziale in modo da razionalizzarlo e risparmiare. L'ente è stato quindi inglobato nel cosiddetto Super Inps, la struttura in cui è confluito anche l'Enpals. Per effetto di queste decisioni, concretizzate dal d...
Piccoli prestiti Inps Inpdap: come ottenerli Piccoli prestiti Inps ex Inpdap: cosa sono Una delle categorie di finanziamenti agevolati sono i piccoli prestiti Inps Inpdap che possono essere richiesti sia da dipendenti della pubblica amministrazione che pensionati Inps iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie.  Finanziamenti che consentono di ottenere piccole ...