Home » News » Mutuo Senza Busta Paga: quali sono le garanzie necessarie?

 

Mutuo Senza Busta Paga: quali sono le garanzie necessarie?

Prima di concedere un mutuo ogni istituto di credito stabilisce un credit scoring, che indica i criteri in base ai quali ritiene di poter concedere i finanziamenti.

Le diverse banche possono richiedere determinati requisiti, tuttavia ciò che deve essere sempre presente sono delle garanzie solide, come il reddito del richiedente, di un coobbligato o di un garante.

Quindi anche i lavoratori a tempo determinato o disoccupato possono ottenere un mutuo senza busta paga, fornendo però delle adeguate garanzie.

Mutuo Senza Busta Paga: la garanzia dell’ipoteca

Una delle garanzie più solide è l’ipoteca, ossia una forma di rafforzamento della principale garanzia, costituita dal reddito di chi richiede il finanziamento. Tuttavia non è sufficiente per erogare il denaro, poiché:

  • gli immobili sono soggetti a deterioramento, di conseguenza possono perdere valore se gli occupanti non svolgono i lavori di manutenzione necessari;
  • il mercato immobiliare è ciclico e alterna fasi di svalutazione e apprezzamento. Se l’abitazione viene messa all’asta, la banca non può essere certa che la vendita si svolgerà in una fase positiva per il mercato;
  • la vendita all’asta porterà a una perdita del valore dell’immobile, che potrebbe non coprire l’intero mutuo;
  • fare rivalsa su un reddito è più semplice, meno dispendioso e più veloce.

Ottenere un Mutuo Senza Busta Paga grazie al coobbligato

L’istituto bancario sarà disposto a concedere un mutuo senza busta paga se si può beneficiare di:

  • un coobbligato con un reddito solido;
  • un garante.

In ambo i casi la banca presterà attenzione anche al tipo di legame (debole o forte) che c’è tra esso e il richiedente.

Mutuo Senza Garante e senza busta paga: lavoratori autonomi e professionisti

I cittadini che hanno un rapporto lavorativo dipendente e sono pagati con busta paga hanno sicuramente più possibilità di richiedere e ottenere un prestito o un mutuo. Tuttavia, le banche non escludono anche i clienti che non dispongono di una busta paga, quali lavoratori autonomi e professionisti.

Quindi nel caso in cui, pur non avendo una busta paga, il richiedente dimostri di avere un reddito conspicuo e consolidato, gli istituti bancari sono disposti a concedere un mutuo senza busta paga e senza garante.

Può essere prevista la richiesta di determinati documenti, quali:

  • Cud;
  • 730;
  • Documento Unico degli ultimi due anni.

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Finanziamento auto come funziona? Come trovare la proposta più conveniente? Informarsi su finanziamento auto come funziona è fondamentale prima di scegliere un determinato soggetto creditore. Vediamo quali sono i criteri da considerare e come conseguire l’accesso al credito. Finanziamento auto: come possono variare le condizioni? Quando si tratta di capire finanziamento auto come funziona è bene partire da un punto fermo...
Inpdap mutui tassi 2015: cambia fisso e variabile, ecco le novità Il quadro Inpdap mutui tassi 2015 è stato oggetto di modifiche importanti negli ultimi sei mesi. Scopriamo, in dettaglio, i nuovi tassi e le altre principali novità dal punto di vista contrattuale. Inpdap mutui: cosa sono Prima di parlare delle novità di Inpdap mutui tassi 2015 è opportuno capire le caratteristiche di questi finanziamenti ipoteca...
Mutui al 100: acquistare casa senza liquidità Mutui al 100 per cento banche I mutui al 100 % sono delle particolari tipologie di finanziamento con importi che riescono a coprire fino al 100% del prezzo di acquisto dell’immobile. Finanziamento che consentirebbe al mutuatario di acquistare il bene immobile senza dover investire alcun risparmio. Unici costi che i richiedenti di mutui al 100% ...
Mutui per consolidamento debiti: tutto quello che devi sapere I mutui per consolidamento debiti sono piani di ammortamento che permettono ai proprietari di immobili di richiedere un prestito presentando come garanzia principale proprio l’unità immobiliare. In questo modo si entra in possesso di una somma di denaro che può essere utilizzata liberamente, quindi anche per rimborsare i finanziamenti che si han...
Mutui Inpdap 2015 fino a 300mila euro a tassi agevolati Mutui Inpdap 2015: a tasso agevolato per dipendenti e pensionati pubblici La sottoscrizione di un mutuo si traduce in un impegno pluridecennale che ha un impatto diretto sulla qualità di vita. Un investimento che permette di costituire un proprio nucleo familiare ma che può divenire un peso fin troppo gravoso con le inevitabili conseguenze del cas...