Home » News » Quali sono i vantaggi dei prestiti Inpdap?

 

Quali sono i vantaggi dei prestiti Inpdap?

Chi è dipendente o pensionato pubblico può chiedere un prestito al proprio ente previdenziale, oggi solo ed esclusivamente l’Inps (fino al 2012 anche l’Inpdap). I vantaggi dei prestiti Inpdap sono importanti e vanno oltre il tasso agevolato concesso, già di per sé piuttosto significativo.

Caratteristiche dei prestiti Inpdap

Destinati a dipendenti e pensionati pubblici, i prestito Inpdap vengono erogati grazie al Fondo credito. Va detto che alla richiesta di un finanziamento, anche a condizione di possedere tutti i criteri necessari, non segue necessariamente un esito positivo immediato.

L’Inps concede infatti il denaro solo in presenza di risorse presenti nel Fondo credito, quindi al momento della richiesta si viene inseriti in una graduatoria e la velocità con cui si otterrà il capitale richiesto dipenderà dalla presenza o meno nel fondo di risorse disponibili.

L’Inps eroga fondamentalmente 3 tipi di prestiti:

  • Piccolo Prestito Inpdap, mini finanziamento restituibile in un massimo di 4 anni;
  • Prestito Pluriennale Diretto Inpdap, erogato direttamente dall’Inps e della durata di 5 o 10 anni. È finalizzato, quindi va richiesto con una motivazione ben precisa (in genere le spese per acquisto/ristrutturazione della casa, acquisto di una nuova automobile, spese per i figli, ad esempio per il matrimonio, cure sanitarie e così via);
  • Prestito Pluriennale Garantito Inpdap, ha le stesse caratteristiche del prestito precedente, ma in questo caso il capitale viene erogato da una banca convenzionata con l’Inps.

Quali sono i vantaggi dei prestiti Inpdap?

Ottenere un prestito Inpdap significa godere di tutta una serie di vantaggi, rispetto ai normali finanziamenti presenti sul mercato. Vediamo quali sono i principali:

  • tasso di interesse agevolato: TAN del 4,25% (Piccolo prestito Inpdap); 3,5% (Prestito Pluriennale Garantito); variabile in base all’istituto bancario che eroga il finanziamento. Per calcolare il TAEG vanno aggiunti 0,5% di spese di amministrazione e la quota Fondo di garanzia, che dipende dall’età del richiedente e dalla durata del periodo di rimborso;
  • nessuna spesa di istruttoria nè di intermediazione di banche o società finanziarie (a parte il Prestito Pluriennale Garantito Inpdap);
  • nessuna garanzia richiesta;
  • pratiche burocratiche ridotte al minimo;
  • tempi di erogazione molto veloci

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Mutui Inps 2015 regolamento: ecco quanto e come ottenere liquidità Mutui Inps 2016: ipotecari in testa L’Inps svolge da qualche anno anche la funzione di istituto di credito, grazie all’offerta, molto abbondante, di mutui e di finanziamenti. Una funzione, però, che non è mai scontata e che è suscettibile a conferme o modifiche con una cadenza annuale. Fortunatamente, di recente è stata confermata per il 2016 l’of...
Mutui prima casa inpdap, prima casa a tassi agevolati Mutui prima casa Inpdap: a chi si rivolgono L’acquisto della prima casa si realizza, nella maggior parte dei casi, con la stipula di un mutuo ipotecario, impegno pluridecennale dall’impatto determinante sulla qualità di vita del beneficiario. La scelta una rata sostenibile è quindi essenziale, ma quali sono i prodotti più convenienti? Nell’ambito ...
Mutui Inps ex Inpdap 2015: 300 mila euro a tasso agevolato Mutuo ipotecario Inps ex Inpdap: cos’è e chi può richiederlo Il Decreto Salva Italia varato dal Governo Monti ha definito la soppressione dell’Inpdap in favore dell’Inps. Da gennaio 2012, infatti, tutte le pratiche degli iscritti ex Inpdap sono di competenza dell’Inps, che ha istituito la Gestione Dipendenti Pubblici. Tale ufficio, si occupa di ga...
Mutui ipotecari Inps: il regolamento per il 2016 Mutuo ipotecario Inps: cosa offre L’Inps da tempo si è spogliata della veste che lo ha contraddistinto nei suoi primi anni di vita e ha acquisto un ruolo più eclettico, diventando un vero e proprio istituto creditizio. Certo, si rivolge quasi esclusivamente ai suoi iscritti e si frega del contributo delle banche (dal punto di vista della liquidità...
Mutui surroga più liquidità: ecco come richiederli Quando si affronta il rimborso delle rate di un mutuo può capitare di incontrare difficoltà. Come affrontarle? Ricorrendo ad alternative come i mutui surroga più liquidità. Surrogazione del mutuo: come integrare una somma aggiuntiva I mutui surroga più liquidità a livello concreto non esistono. Per quale motivo? Per il semplice fatto che l’istitu...