Home » News » Surroga Mutuo Inpdap 2018: requisiti e modalità di richiesta

 

Surroga Mutuo Inpdap 2018: requisiti e modalità di richiesta

La surroga mutuo Inpdap 2018 (detta anche surrogazione del mutuo o portabilità) è la possibilità data al cliente dall’Inps di spostare il proprio mutuo ipotecario da una banca all’ente previdenziale, che offre condizioni migliori, senza dover sostenere costi aggiuntivi. La portabilità del mutuo gratuita è stata prevista dal Decreto Bersani con la Finanziaria 2007.

Surroga Mutuo Inpdap 2018: che cos’è?

La portabilità mutuo Inpdap prevede il trasferimento dell’ iscrizione ipotecaria sull’immobile acquistato dal cliente che passa da una banca a un altro istituto o all’ente previdenziale (come in questo caso), che si incarica di saldare il debito residuo del debito originario.

Il cliente invece si impegna a saldare le rate del mutuo alle nuove condizioni concordate con l’Inps ex Inpdap, senza pretendere nulla con il vecchio istituto bancario.

Quindi richiedere la surroga mutuo Inpdap 2018 significa poter mutare la banca con la quale si è stipulato in origine e sottoscrivere un nuovo contratto a favore di un’altra banca, che propone tassi migliori o condizioni più vantaggiose.

Si ricorda che la vecchia banca non può opporsi alla volontà del debitore o addebitare costi aggiuntivi per il trasferimento.

I requisiti e i vincoli per le surroga mutuo INPS 2018

La concessione di mutuo surroga Inpdap 2018 è subordinata ad alcuni requisiti e condizioni, quali:

  • l’immobile dev’essere libero e ubicato nel territorio italiano;
  • l’abitazione non deve essere classificabile come casa di lusso secondo i criteri del decreto ministeriale 1072/1969;
  • il mutuatario e i membri del suo nucleo familiare non devono essere proprietari di un’altra abitazione. Ci sono chiaramente delle eccezioni, nel caso l’immobile sia stato dichiarato inagibile a causa di calamità naturali;
  • l’importo del finanziamento deve rientrare nei limiti fissati dal regolamento, cioè 300.000 euro per l’acquisto o la costruzione della prima casa, 150.000 euro per lavori di ristrutturazione, 75.000 euro per un box auto.

Come richiedere la surroga mutuo INPDAP 2018?

Per ottenere la surroga del mutuo INPDAP 2018 è necessario:

presentare la domanda all’INPS, compilando gli appositi moduli scaricabili dal sito dell’ente;

l’ente previdenziale eroga i finanziamenti sulla base della disponibilità finanziaria quadrimestrale del Fondo Credito, di conseguenza l’accettazione dipende dalla disponibilità dei fondi. In mancanza di denaro la domanda di surroga sarà inserita in una graduatoria.

Quando presentare la domanda di surroga mutuo Inps?

La data entro cui presentarla muta in base al quadrimestre:

  • dal 1 al 10 gennaio per il 1° quadrimestre (gennaio-aprile);
  • dal 1 al 10 maggio per il 2° quadrimestre (maggio-agosto);
  • dal 1 al 10 settembre per il 3° quadrimestre (settembre-dicembre).

 

Articoli che potrebbero interessarti sui mutui

Surroga mutuo: cambia mutuo a costo zero e risparmiare Surroga mutuo come funziona e di cosa si tratta È il volano del mercato mutui, merito dei vantaggi offerti ai consumatori. La surroga mutuo è uno strumento tanto semplice quanto efficace, in termini di risparmio. Permette infatti il trasferimento, a costo zero, del proprio mutuo presso una nuova banca, con la modifica di tasso e durata del rimbors...
Finanziamento infruttifero: di cosa si tratta e cosa prevede Orientarsi nell’ambito delle formule di finanziamento è fondamentale. Per questo motivo diamo qualche informazione sulle caratteristiche del finanziamento infruttifero, una formula di accesso al credito molto diversa dai prestiti personali. Come funziona il prestito infruttifero? Come funziona il finanziamento infruttifero? Per capirlo è necessar...
Rinegoziare mutuo Inpdap: guida 2017 su come farlo Come è possibile rinegoziare un mutuo Inpdap? Per rispondere, vediamo assieme di cosa si tratta e come fare. In cosa consiste la rinegoziazione? Stiamo parlando della possibilità offerta a chi sottoscrive un contratto di mutuo, di poter rivedere e modificare le condizioni contrattuali stabilite con la banca o con l'ente che ha concesso il mutuo. ...
Prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa fino a 150 mila euro Mutui dipendenti pubblici prima casa: cosa sono i prestiti pluriennali Oltre ad occuparsi della previdenza dei propri iscritti la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga anche prestiti e mutui a tassi di interesse agevolati per far fronte a diverse necessità. Tra questi troviamo i prestiti Inpdap dipendenti pubblici prima casa. Si tratta d...
Prestiti Fiditalia: una panoramica sul credito al consumo Prestiti personali Fiditalia: due offerte particolari Il credito al consumo ha vissuto anni di crisi nera, in concomitanza con l’inasprimento del credit crunch, che ha compromesso la circolazione della liquidità e causato danni all’economia reale. Il contesto, oggi, è in via di miglioramento grazie ad alcuni prodotti in grado di trovare il favore ...